Appuntamenti Elettorali – Perché Votare Vivere Vado – 2-4 Giungo 2024

👉 Appuntamenti Elettorali – Perché Votare VIVERE VADO
➡️ Domenica 2 Giugno, ore 18: Ci vediamo in Piazza della Chisesa, Segno
➡️ Lunedì 3 Giugno, ore 18: Ci vediamo in Piazza Vernazza, Valle
➡️ Martedì 4 Giugno, ore 18: presso Slargo Ex Sede Comitato, Bossarino
➡️ Martedì 4 Giugno, ore 21: Ci Vediamo in Piazza della Chiesa, S. Ermete

Ti aspettiamo!
👉 Franca Guelfi Sindaco.
Sostieni la lista VIVERE VADO per vivere meglio la città e il territorio.

Appuntamenti Elettorali – Perché Votare Vivere Vado – Settimana 27-31 Maggio

👉 Appuntamenti Elettorali – Perché Votare VIVERE VADO

➡️ Lunedì 27 Maggio, ore 17: Ci vediamo presso il dehor dei Bagni Madonnetta
➡️ Martedì 28 Maggio, ore 21: Con i soci del Centro Nautico Vadese
➡️ Mercoledì 29 Maggio, ore 18: Presso Area giochi del Quartiere Valletta e Griffi
➡️ Gioveì 30 Maggio, ore 21: Ci vediamo alla panchina, San Genesio
➡️ Venerdì 31 Maggio, ore 17: Ci vediamo a Cialé, Porto Vado

Ti aspettiamo!

👉 Franca Guelfi Sindaco.
Sostieni la lista VIVERE VADO per vivere meglio la città e il territorio.

LA VERGINITÀ DI ARBOSCELLO

A proposito dell’articolo apparso ieri su Repubblica, a firma Matteo Macor.

Non abbiamo titolo per entrare nel merito dell’attualità politico-giudiziaria di Genova.
Ne abbiamo, in quanto vadesi, per parlare di discariche, ambiente e azioni conseguenti.

Ci tocca perciò dire la nostra sulle dichiarazioni di Arboscello.

1. Arboscello afferma che “il problema non è se le imprese finanziano“: a nostro parere il problema è proprio questo, per l’evidente motivo che ogni finanziamento è figlio di un interesse: lecito o no. E chi lo riceve è in qualche modo tenuto a dar conto ai finanziatori del proprio operato, non fosse altro per mantenere un rapporto corretto.
Ciò vale, anche e soprattutto, nel caso di soggetti che finanziano tutti.
La difesa, non richiesta, che Arboscello fa delle attività sociali di Green Up è l’evidente dimostrazione di ciò che scriviamo.

2. Arboscello afferma di non avere alcun potere decisionale sul tema dei rifiuti: certamente è vero. D’altra parte non ha mai esercitato neppure il potere, che pure da sindaco aveva, di provare a difendere Bergeggi dall’impatto negativo del Boscaccio.
È assurdo pensare che non abbia mai fatto un giro al confine della discarica; è assurdo pensare che non sappia dell’allarme lanciato dal presidente dell’area Marina protetta sul danno che i gabbiani fanno all’isola in conseguenza del loro rifornirsi al “Supermercato Boscaccio“.
La prima voce di Arboscello a difesa dell’ambiente si è levata quando è balzato sul treno del no rigassificatore, che già correva spinto dalla forza della protesta popolare; salirci poi sostenendo contemporaneamente la candidatura a sindaco di Gilardi, è stato tutto tranne che una dimostrazione di sensibilità ai temi dell’ambiente e della trasparenza.

Sia chiaro: c’è spazio e plauso per tutte le new entry senza pretese di primogenitura, ma al passaporto di Arboscello manca qualche timbro di credibilità.

Comune Di Vado Ligure Vivere Vado FERMIAMO IL MOSTRO DEL GAS DAVANTI A SAVONA! #arboscello #Boscaccio #francaguelfi

QUI L’ARTICOLO:
https://genova.repubblica.it/cronaca/2024/05/23/news/arboscello_18mila_euro_da_colucci_il_re_dei_rifiuti_indagato_per_il_sistema_toti_il_consigliere_regionale_dem_sullambi-423089606/