UNA RICERCA SULL’AREA MARINA PROTETTA DI BERGEGGI

Volentieri pubblichiamo informazioni sull’indagine che sta svolgendo Rebecca Rolle: un progetto per la tutela e conservazione marina in collaborazione con Worldrise e Università Cattolica del Sacro Cuore,  un progetto di ricerca scientifica socio-economica sul valore dell’Area marina protetta “Isola di Bergeggi” a cui tutti possono contribuire compilando un questionario on -line.

CLICCA QUI PER INFO E QUESTIONARIO

Consiglio Comunale – 5 novembre 2019

 

 

Consiglio Comunale – 5 novembre 2019

 

Per ogni Consiglio Comunale motiviamo il nostro eventuale voto contrario a specifiche delibere.

Informiamo che la pratica al punto 4, la più importante perché relativa alla futura viabilità portuale, è stata ritirata dal Sindaco perché sono emersi contrasti sul testo da parte di Autorità Portuale.
Dovrà essere discussa prossimamente, ovviamente prima del 12 dicembre, data dell’entrata in funzione della piattaforma.

Per il resto nulla da segnalare

Consiglio Comunale – 26 settembre 2019

 

 

Consiglio Comunale – 26 settembre 2019

 

Per ogni Consiglio Comunale motiviamo il nostro eventuale voto contrario a specifiche delibere.

Punto 4 all’Odg – abbiamo espresso voto contrario

Il Documento Unico di Programmazione è utile, una volta l’anno, per avere il quadro della situazione, per monitorare l’azione della Maggioranza: obiettivi, risultati attesi, strategie per perseguirli.

Il Consiglio Comunale, e in particolare la Minoranza, è chiamato a valutare questo programma di lavoro.

Il nostro Gruppo ha sintetizzato la sua valutazione in tre punti:

  1. Si conferma la netta lontananza delle due posizioni già a livello degli obiettivi strategici per Memoria e Futuro:
  • Turismo: per noi il primo fattore di occupazione, per la Maggioranza limitato a obiettivi di socialità e accoglienza
  • Riduzione dell’inquinamento: nessun investimento
  • Politiche giovanili: nessun investimento
  • Cultura: sempre limitata alla proposta del Museo diffuso
  1. Abbiamo individuato principi che condividiamo, che però risultano privi di ricadute operative.
  • “Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente. Autorizzazione e controllo delle imprese, stabilimenti industriali ed aziende… con particolare riguardo agli impatti ambientali”
  • “Vigilanza mirata sul rispetto… delle regole… da parte dei detentori di cani”
  • “Appare imprescindibile che… il Comune svolga una parte attiva, cioè anche propositiva in termini pratici ed operativi, oltre che di vigilanza e di monitoraggio delle scelte effettuate e delle azioni intraprese”
  1. Sono presenti valutazioni senza alcun dato a supporto, ragione per cui si riducono ad essere semplici pareri o percezioni.
  • “Il settore ha svolto un efficiente lavoro nella gestione dell’attività ordinaria…
  • “Questa articolazione… ha prodotto buoni risultati in termini di efficacia ed apprezzamento”
  • “… le iniziative si sono concluse con validi risultati, conformi alle aspettative”

In certi casi esiste il dato oggettivo, ma non si può valutare perché mancano i termini di riferimento: “… hanno presentato istanza di ammissione n° 20 nuclei familiari…”

 

  1. Nel Documento sono indicate le percentuali di raggiungimento degli obiettivi, che in teoria sono un buon elemento di valutazione ma in pratica risultano inutili perché non è esplicitato il motivo del raggiungimento parziale. L’obiettivo non è stato correttamente individuato e dimensionato? È intervenuto qualche ostacolo? Il carico di lavoro è eccessivo?

In conclusione, a ben guardare, il Documento non rivela molto di più rispetto al programma di mandato; risulta essere più un adempimento normativo che un concreto strumento di lavoro per il Consiglio Comunale.

 

Punto 5 all’Odg – 

Il bilancio è uno strumento di programmazione di grande rilevanza politica e amministrativa, perché ci dà il quadro dei risultati attesi dall’Amministrazione, in termini di erogazione di servizi e soddisfacimento dei bisogni collettivi.

Poiché esso è correlato al Programma di mandato della maggioranza, profondamente diverso dal nostro per contenuto e approccio metodologico, abbiamo espresso voto contrario, come per tutte le altre pratiche relative al bilancio stesso.

(Questa motivazione è/sarà riportata in tutte le pratiche relative al bilancio).

 

Punto 6 all’Odg – abbiamo espresso voto contrario

Riteniamo che si tratti di una pratica delicata perché la presenza a Vado degli stabilimenti RIR (Rischio Incidenti Rilevanti) è il principale problema della nostra comunità, che impone particolare sensibilità e responsabilità da parte degli Amministratori.

Abbiamo apprezzato che le varianti oggetto di delibera sono più restrittive rispetto alla normativa nazionale, ma riteniamo che il Comune abbia sbagliato a chiedere (ed ottenere dalla Regione) una eccezione che limita il livello di cautela.

Tra le motivazioni, l’Amministrazione adduce che: “… la prescrizione potrebbe innescare un contenzioso con i proprietari degli immobili… limitare le potenzialità edificatorie…”

Siamo convinti che il primo diritto che un Amministratore deve tutelare sia quello dell’incolumità e della salute; solo in subordine quello edificatorio.

Siccome, nonostante le norme a garanzia, accadono incidenti industriali, il nostro Gruppo non intende avallare nessuna eccezione che aumenti il rischio, anche minimo, per la popolazione.

 

Abbiamo chiesto al Sindaco di programmare un incontro con i responsabili di Infineum per meglio conoscere ed eventualmente migliorare le norme di sicurezza del percorso del cloro.